top bottom

caratterizzazione

Il Teatro San Materno possiede una sua caratterizzazione e funzione che intende fare da tramite tra le espressioni delle avanguardie storiche che l’hanno contraddistinto nel passato e una nuova interpretazione, contemporanea, delle arti del movimento, della parola e della musica.
Una programmazione e un uso particolari che lo differenziano, per originalità e preziosità, dalla consuetudine delle proposte, spesso scontate, di spettacolo, puntando decisamente più alla qualità che alla quantità. Si tratta di individuare pubblici diversi, di giovani, adulti e anziani, sfruttando anche il multilinguismo della regione, coinvolgendo la popolazione locale ma avendo anche l’ambizione di offrire iniziative di respiro internazionale come per altro è la vocazione di Ascona.


dimensioni

le sue piccole dimensioni (124 posti disponibili in platea), il suo piccolo palcoscenico (7 metri x 5 estendibili a 6 di profondità) e le sue proporzionate attrezzature illumino/tecniche (vedi scheda tecnica a parte) condizionano, ma non necessariamente in negativo, il suo uso e la gamma delle proposte che necessitano di conseguenza scelte  precise, mirate e rigorose.
I due appartamenti, la terrazza per gli „esercizi“ e il parterre sgomberabile, consentono anche un uso „intensivo“ del teatro, con una serie di laboratori, di attività permaneti e di residenza, pensiamo in particolare alla danza e agli approfondimenti di studio che ne derivano, che costituiscono  un „unicum“ sul nostro territorio.


creazioni, residenze e ricerca coreografica locale, nazionale e internazionale

Il Teatro San Materno, offre uno spazio speciale, unico in Ticino: la possibilità di creare delle residenze artistiche internazionali.
È un motore creativo di grande forza per tutto il territorio : la creazione di network per una diffusione dell’arte e la nascita di collaborazioni con vari artisti internazionali. Creare uno spazio di sostegno, sviluppo e visibilità grazie a piattaforme progettuali ; dove si svolgono laboratori di Danza permanente, dove si incoraggia una ricerca, con l’aggiunta di workshop, incontri, corsi di formazione aperti non solo a danzatori ma pure a musicisti, registi, attori, cantanti, a tutti coloro che operano nel mondo dello spettacolo.

Un accento particolare verrà dato alla nascita di un gruppo di giovani promettenti  danzatori ticinesi. dove verrà impartito un insegnamento permanente di alta qualità con l’aggiunta di laboratori mensili, svolti da coreografi riconosciuti internazionalmente.

L’intento é creare uno spazio, un tempo e un’ energia che si muovono e pensano; guardare, vedere, conoscere e riflettere a tutto campo per scoprire nuovi orizzonti; creare uno spazio aperto a proposte di alto valore culturale (vedi progetto specifico)

polo di studio

Visto l’interesse storico del luogo e l’importanza dell’impulso artistico di Charlotte Bara e Carl Weidemeyer, ci si proporrà anche di attivare un polo di studio che si occupi di un apporofondimento continuo di queste tematiche (come le danze sacre, l’uso terapeutico della danza o le correlazioni con il Bauhaus) valorizzando nel contempo l’importanza della struttura architettonica, (della dinamica delle forme e del cromatismo) in realzione agli aspetti creativi.
Il polo di ricerca vorrebbe diventare anche un luogo di confronto e scambio con altri studiosi e ricercatori di settore nell’aspetto specialistico ma anche divulgativo attraverso confereze, incontri, seminari e visite guidate.


conduzione del teatro
san materno

Le attività saranno scandite non solo seguendo le consuete stagioni teatrali, ma anche suddivise per temi o per discipline. Le proposte sono individuate, formulate e in gran parte organizzate dalla Direzione artistica designata da un’associazione culturale creata ad hoc denominata „Eventi culturali“.

direzione artistica

Le personalità coinvolte nella direzione e nella conduzione del teatro e che ne hanno elaborato anche il concetto sono:

Tiziana Arnaboldi, coreografa, danzatrice e regista.
Responsabile dei laboratori di ricerca coreografica, delle residenze e degli stages